Informazioni utili

Alcune differenze

Psicologo

È un professionista che, dopo aver conseguito la laurea quinquennale in Psicologia e svolto un anno di  tirocinio, ha superato l’esame di stato ed è iscritto all’Ordine degli Psicologi della Regione di residenza o domicilio nella Sezione A (art.1L.56/89). Un dottore in psicologia che non ha effettuato il regolare tirocinio e non ha sostenuto e superato l’esame di stato non è di fatto uno psicologo. In ambito clinico non può trattare disturbi psicologici o psichiatrici, non può svolgere quindi una psicoterapia, può, invece, offrire consulenza, supporto psicologico, diagnosi e suggerire adeguati percorsi di trattamento rispetto ad un disagio o un problema che non configuri i sintomi di un disturbo psicopatologico. In ogni caso lo psicologo non essendo un medico non può prescrivere farmaci.

Psicoterapeuta

È professionista laureato in Psicologia o Medicina, è iscritto all’Ordine degli Psicologi o dei Medici ed ha svolto una formazione almeno quadriennale presso una scuola universitaria o privata riconosciuta dal MIUR al termine della quale ha conseguito la specializzazione post-laurea. Una volta specializzato ha ricevuto l’autorizzazione dall’Ordine di riferimento a svolgere attività psicoterapeutica. Lo psicoterapeuta, a differenza dello psicologo, è il professionista indicato nella cura dei disturbi psicopatologici. Nell’ambito della psicoterapia vi sono molti approcci, che prevedono teorie e metodi alquanto diversi tra loro. Lo psicoterapeuta, se non è anche medico, non può prescrivere farmaci.

Psichiatra

È professionista laureato in Medicina, è iscritto all’Ordine dei Medici ed ha conseguito la specializzazione post-laurea in un corso quadriennale di Psichiatria. È un medico con una preparazione specifica nella cura del disagio psichico, per la quale è competente nel prescrivere i farmaci e nel condurre i colloqui clinici. La terapia farmacologica non può sostituirsi alla psicoterapia, ne viceversa, in quanto non si pone gli stessi obiettivi e non ha la stessa funzione, né gli stessi meccanismi di azione. Lo psichiatra potrebbe anche essere psicoterapeuta qualora abbia maturato una specifica formazione.

Psicoanalista

Nel linguaggio comune il termine psicanalista (o analista) viene erroneamente usato per indicare chiunque pratichi un’attività psicoterapeutica. Lo Psicoanalista, invece, è uno psicoterapeuta che esercita la propria pratica clinica basandosi su un preciso approccio di riferimento (appunto quello psicoanalitico). La psicoanalisi affonda le sue radici nella teoria Freudiana e si distingue enormemente da altre forme di psicoterapia. Ad esempio, per regole del setting (frequenza e durata delle sedute, modalità di interazione terapeuta – paziente) e per strategie di intervento.

Tutela del paziente

Quando ci si rivolge ad uno psicologo e psicoterapeuta è importante verificare che sia regolarmente iscritto all’Albo Professionale e che quindi sia abilitato ad esercitare la professione. L’elenco completo degli iscritti è consultabile nel sito del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi nella sezione Albo Nazionale:

http://www.psy.it

 

L'Ordine degli Psicologi della Regione Toscana è consultabile all’indirizzo:

https://www.ordinepsicologitoscana.it/

I pazienti hanno diritti tutelati dal Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, reperibile online sul sito del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi all’indirizzo:

http://www.psy.it/codice-deontologico-degli-psicologi-italian

LOGO.png

Via Guglielmo Marconi, 79

Firenze

Copyright © 2020 Roberta Cuppone
P.iva 02468740747 

Pagine

Social

  • FB
  • IG
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now